Post in evidenza

Draculea: "Un antidoto contro l'ateismo" - Parte 1

Secondo estratto di Draculea, nonché terzo articolo della rubrica ( Vi invito a leggere il precedente "il mistero di Ken" se non lo avete già fatto.) in collaborazione conVampire's Tears"Draculea - Alla scoperta dei figli delle tenebre".  Il documento in questione è stato estratto dal Libro III, capitolo VII dal libro di Hanry More "Un antidoto contro l'ateismo", scritto filosofico pubblicato nel 1662.
Breve biografia dell'autore: Nacque il il 12 ottobre 1614, a Grantham, Lincolnshire. Settimo figlio di Alessandro Moro e Anne More. Entrambi i suoi genitori erano calvinisti , ma egli  "non potrebbe mai ingoiare quella dottrina difficile.".Fu un filosofo inglese della scuola di Cambridge platonico.Era anche un teologo razionalista. Tentò di utilizzare i principi della filosofia meccanica - sviluppati da René Descartes -per stabilire l'esistenza di sostanze immateriali. Morì il primo settembre 1687. Un calzolaio di una cittadina indefin…

Anna vestita di sangue

Titolo: Anna vestita di sangue
Autore: Kendare Blake
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Ghost Story, Horror, Young Adult 
Trama: Cas Lowood ha ereditato una strana vocazione: uccidere i morti... Suo padre lo faceva prima di essere ucciso dal fantasma che stava cercando di annientare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame, continua la missione: viaggia di città in città insieme alla madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti malvagi. Quando arrivano a Thunder Bay per eliminare quella che la gente del posto chiama "Anna vestita di sangue", Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazzina posseduta dalla rabbia e vittima di maledizioni, uno spirito diverso da quelli che è abituato a distruggere. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata, nel 1958. Dal giorno della sua morte, Anna uccide chiunque osi entrare nella dimora vittoriana vecchia e cadente in cui un tempo viveva. Gli spiriti delle sue vittime penetrano il legno marcio delle pareti, strisciano sul pavimento ammuffito e viscido delle cantine, senza trovare pace... Per qualche strano motivo però, Anna non uccide Cas. Anzi, si rivela l'unica in grado di aiutarlo a trovare il fantasma maligno che lo ha privato del padre. Così, insieme agli altri strani amici del giovane, streghe e stregoni in erba, formeranno una squadra disposta ad affrontare ogni pericolo. Ma Cas dovrà risolvere un problema ancora più difficile di questo: quale sarà infatti il destino di Anna?

"Mi fai desiderare cose che non posso avere"

Anna vestita di sangue è un libro che mi è stato consigliato da una mia follower robiz_ark98, che ringrazio infinitamente.
Questo è il terzo libro che recensisco di questa autrice, i precedenti li recensii sulla pagina instagram  non avendo a quel tempo ancora il blog. Kendare Blake è un'autrice che alla fin dei conti non mi è mai dispiaciuta, non ho apprezzato molto il suo stile nella battaglia delle tre corone, ma i suoi libri sono tutti intrinseci di originalità e toni dark.
La storia parla di questo ragazzo Teseo Cassio Lowood - un cacciatore di fantasmi - che, come di consueto, si trasferisce a Thunder Bay per dare alla caccia ad un fantasma che viene chiamato "Anna vestita di sangue" che però si rivelerà essere molto diversa da tutti i fantasmi che ha incontrato fino ad allora. Il libro può essere definito una storia di morte e amore, oscura, fantastica e talvolta orrorifica.
Andando con ordine, devo dire che lo stile dell'autrice è differente rispetto quello usato nella battaglia delle tre corone; usa prima di tutto una prima persona che sembra padroneggiare meglio e con più naturalezza rispetto alla terza che ero abituata a leggere, secondo l'ho trovata molto più descrittiva sia per quanto riguarda l'ambientazione, gli eventi e la psicologia dei personaggi, ciò almeno emerge dalla traduzione italiana.
Il racconto è originale, sotto molti aspetti, e non si sofferma su ciò che pare la trama originale, ma va oltre, creando una seconda trama nascosta tra le righe, in piccoli flashback e che poi si congiunge con quella principale.
Inizialmente la narrazione e lenta, ma poi prende una piega troppo affrettata a mio parere, talmente tanto affrettata che non ho ancora capito alcune cose del finale. A causa di questa velocizzazione si lasciano indietro tutti i personaggi tranne Cas, di cui capiamo qualcosa in più.
I personaggi principali, Anna e Cas, sono ben costruiti, si capisce perché abbiano un certo atteggiamento e perché facciano certe cose, un po' meno invece i personaggi secondari di cui sapiamo ben poco.
Devo dire che questo libro dell'autrice non mi lascia né stupita, né delusa. Lo considero un romanzo carino, da leggere se si è molto giovani e non avvezzi ai romanzi horror o se non si sa cosa leggere o si vuole cambiare un po' aria e passare a qualcosa di più leggero. So che è il primo di una serie di romanzi, che però in Italia non sono ancora stati tradotti e forse - per comprendere quanti danni può aver fatto la traduzione Italiana - acquisterò il seguito.


Commenti

Post popolari in questo blog

Energia e vampiri

Jack pazzia e amore: i conflitti di un serial killer.

Cronache del vampirismo: "Sepolture insolite."