Post in evidenza

Draculea: "Un antidoto contro l'ateismo" - Parte 1

Secondo estratto di Draculea, nonché terzo articolo della rubrica ( Vi invito a leggere il precedente "il mistero di Ken" se non lo avete già fatto.) in collaborazione conVampire's Tears"Draculea - Alla scoperta dei figli delle tenebre".  Il documento in questione è stato estratto dal Libro III, capitolo VII dal libro di Hanry More "Un antidoto contro l'ateismo", scritto filosofico pubblicato nel 1662.
Breve biografia dell'autore: Nacque il il 12 ottobre 1614, a Grantham, Lincolnshire. Settimo figlio di Alessandro Moro e Anne More. Entrambi i suoi genitori erano calvinisti , ma egli  "non potrebbe mai ingoiare quella dottrina difficile.".Fu un filosofo inglese della scuola di Cambridge platonico.Era anche un teologo razionalista. Tentò di utilizzare i principi della filosofia meccanica - sviluppati da René Descartes -per stabilire l'esistenza di sostanze immateriali. Morì il primo settembre 1687. Un calzolaio di una cittadina indefin…

Tenebris - Katrina Black e l'anello di Maria Antonietta

Titolo: Tenebris - Katrina Black e l'anello di Maria Antonietta
Autore: Stella Fabri
Casa Editrice: Magnolia
Genere: Horror Fiction
Trama: Londra, 1899. Katrina Black alterna la sua vita di Lady a quella di Mediatrice delle Tenebre. Le persone comuni non lo sanno, ma il mondo pullula di fantasmi, vampiri, e lupi mannari, e i Mediatori combattono affinché l’equilibrio tra Tenebre e umanità non venga infranto. Un noioso ballo porta Katrina a riunirsi al suo amico d’infanzia Dorian. Il legame che li unisce vacilla da sempre tra amicizia e amore, e quando un misterioso anello maledetto viene messo all'asta, i due dovranno indagare sulla scia di teste mozzate che si porta dietro. Secondo la leggenda, chiunque lo metta al dito viene decapitato dal fantasma di Maria Antonietta. I due cacciatori intraprenderanno un pericoloso viaggio alla ricerca della verità. Pedinati dal sospettoso ispettore Beckett, dovranno fare i conti con un passato oscuro e sanguinoso, ma soprattutto con una forza più oscura delle Tenebre che combattono: la volontà di vivere.  

"L'uomo può scegliere da che parte stare. Le Tenebre invece no."

Amore e amicizia, si susseguono nelle pagine di questo libro che è stato ispirato dal racconto Ligeia di Edgar Allan Poe, ma in cui è facile trovare dei piccoli rimandi ad altre opere letterarie.
Il libro è breve, scorrevole e molto dinamico, gli eventi si susseguono uno dopo l'altro non lasciando al lettore il tempo di prendere fiato. Lo stile narrativo è ricco di dialoghi, ma forse un po' troppo povero di descrizioni riguardo l'ambiente e le azioni, seppure ciò non intacchi il fluire della storia che rimane piacevole alla lettura. Ho apprezzato molto l'approfondimento, in alcuni punti, della psicologia della protagonista, mostrando così oltre alla sua forza anche le sue paure e le sue debolezze.
Ogni personaggio, dai protagonisti ai personaggi secondari, hanno vari caratteri e creano così una piacevole mescolanza di diverse personalità che si trovano a interagire tra loro. 

TraDorian e Katrina si avverte una certa intesa, tanto da portarmi alla mente Dean e Sam di Supernatural, inoltre il personaggio di Dorian tra l'altro mi ha portato alla mente - non so per quale motivo, ma probabilmente per il nome - Dorian Gray del ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde.
La trama è avvincente e mi fa desiderare un seguito, un altro libro in cui si potranno vedere i personaggi principali approfondire il loro rapporto e magari in cui si potrà capir meglio il mondo in cui tutto si svolge, il modo in cui i mediatori diventano tali, il mondo delle creature delle tenebre che devono combattere, le regole che queste devono seguire per non divenire preda dei mediatori, le diverse specie di creature che possono esistere nel mondo in cui la storia si svolge e tutto ciò che è stato creato dalla penna di Stella Fabri.

Commenti

Post popolari in questo blog

Energia e vampiri

Jack pazzia e amore: i conflitti di un serial killer.

Cronache del vampirismo: "Sepolture insolite."