domenica 21 luglio 2019

Orrore a Whitechapel

Titolo: Orrore a Whitechapel
Autrice: Mala Spina
Genere: Horror, Gotico, Fantasy
Trama: Sono passate settimane da quando Guinevere Patel è stata scaraventata nel mondo oscuro dei mostri che si nasconde nella Londra vittoriana, ma non ha intenzione di darsi per vinta. Lord Richmond, il demonio che la possiede e che l'ha condannata a una non-vita, è partito per chissà dove. Una sua lettera ordina agli altri due abitanti della villa di indagare sul mistero che avvolge il malfamato quartiere di Whitechapel. Un mostro senza volto è la causa della sparizione di molti abitanti e il padrone della Londra oscura non vuole altre volpi nel suo pollaio. Huges, il muta forma, e Wright, lo studioso di arti arcane, non fanno più ritorno da Whitechapel e starà a Ginny decidere cosa fare. Indagare da sola sull’orrore che imperversa nell’East End o fuggire? Nuovi alleati e inaspettati nemici si metteranno sulla sua strada. Ginny dovrà mettere alla prova il proprio coraggio avere il cuore saldo.



«Tu pensi che c’entri anch’io?» 
«Non so cosa pensare di te, Miss Ginny. Nessuno mi aveva avvertito che ti avrei trovata sulla mia strada.»

Orrore a Whitechapel è il secondo volume della saga Victorian Horror Story di Mala Spina. La storia inizia settimane dopo gli ultimi eventi del primo volume e vediamo subito come le cose si stanno evolvendo, cosa è cambiato e ciò che è rimasto immutato. Il romanzo ci porta a scoprire cose nuove fin da subito su personaggi che avevamo conosciuto nel primo volume, continuando a sorprenderci in svariati modi nel corso della lettura. In questo volume viene approfondita la psicologia di Ginny, che è alquanto cambiata dopo il primo libro; non è più una donna indifesa, bensì un'essere forte e in grado di cavarsela egregiamente anche da sola. Le ambientazioni che l'autrice crea hanno sempre come filo conduttore le tenebre, l'oscurità che avvolge il mondo in cui Guinevere è costretta a vivere a causa della sua condizione. 
Paragonando il primo libro al secondo ho notato con piacere come lo stile dell'autrice si sia arricchito di maggiori descrizioni, descrizioni che dipingono la storia nella mente di chi legge. Lo stile rimane estremamente scorrevole, piacevole e in grado di non far scorrere le pagine come acqua, una dopo l'altra portandoti a divorare l'intero volume in breve tempo.
Consiglio il libro veramente a tutti, poiché non presenta immagini estremamente forti e inoltre non ci si può perdere la fantasia smisurata dell'autrice.

Nessun commento:

Posta un commento