Post in evidenza

Draculea: "Un antidoto contro l'ateismo" - Parte 1

Secondo estratto di Draculea, nonché terzo articolo della rubrica ( Vi invito a leggere il precedente "il mistero di Ken" se non lo avete già fatto.) in collaborazione conVampire's Tears"Draculea - Alla scoperta dei figli delle tenebre".  Il documento in questione è stato estratto dal Libro III, capitolo VII dal libro di Hanry More "Un antidoto contro l'ateismo", scritto filosofico pubblicato nel 1662.
Breve biografia dell'autore: Nacque il il 12 ottobre 1614, a Grantham, Lincolnshire. Settimo figlio di Alessandro Moro e Anne More. Entrambi i suoi genitori erano calvinisti , ma egli  "non potrebbe mai ingoiare quella dottrina difficile.".Fu un filosofo inglese della scuola di Cambridge platonico.Era anche un teologo razionalista. Tentò di utilizzare i principi della filosofia meccanica - sviluppati da René Descartes -per stabilire l'esistenza di sostanze immateriali. Morì il primo settembre 1687. Un calzolaio di una cittadina indefin…

Di morto in peggio

Titolo: Di morto in peggio
Autore: Charlaine Harris
Casa editrice: Fazi editore
Genere: Horror e giallo
Trama: Dopo essere sopravvissuta a un attentato che ha decimato la comunità di vampiri della Louisiana, Sookie è tornata a Bon Temps, il piccolo paese dove vive, a servire True Blood e hamburger al Merlotte's, un locale della zona. Nella sua esistenza la giovane cameriera con poteri di telepatia ne ha viste di tutti i colori, e ora vorrebbe soltanto godersi la tranquillità della sua casa e di una noiosa vita di campagna, Ma durante una festa di matrimonio non può evitare l'incontro con il suo ex amante, il vampiro Bill Compton, del quale deve schivare l'ennesimo tentativo di riconquista, cercando allo stesso tempo di non pensare al bellissimo Eric, il biondo succhiasangue con cui condivide un legame che va ben oltre l'amicizia. Quando però una violenta guerra di potere si scatena nella vicina comunità di licantropi, le sue disavventure amorose passeranno in secondo piano come ogni speranza di vivere in pace; Sookie è infatti da sempre amica di queste suscettibili creature, e dovrà mettere al loro servizio tutte le sue doti telepatiche per risolvere, senza che scorra troppo sangue, la loro diatriba.


"Pensavo di dover giustamente soffrire per quello che avevo fatto, dunque non potevo accettare alcun aiuto che attenuasse la mia infelicità."

 Ormai posso dire di essere innamorata di questa saga che mi fa sognare di poter vivere in un mondo in cui i vampiri camminano in mezzo a noi come qualsiasi essere umano nutrendosi di sangue sintetico; non sarebbe bellissimo? Forse effettivamente ci sarebbe qualche problema causato da persone non in grado di accettare un qualcosa del genere...
La recensione oggi riguarda l'ottavo capitolo del ciclo di Sookie Stackhouse, la saga che ha ispirato True Blood e di cui ho recensito altri volumi.
Non ho molto da dire sullo stile o sulle ambientazioni, poiché non muta molto rispetto a gli altri, però come al solito la storia è stata piena di colpi di scena e capace di tenermi con il fiato sospeso fino alla fine. Adoro il modo in cui l'autrice riesce a intrecciare diverse storie partendo dalla trama principale e la lentezza con cui ci porta a scoprire cose riguardanti la natura della protagonista, che si trova sempre a dover risolvere i misteri che avvolgono alcune situazioni create dalle creature sovrannaturali che popolano il suo mondo.
In questo volume scopriamo non solo cose su Sookie, ma anche sulla sua coinquilina Amelia e Octavia; mentore di quest'ultima e superstite dell'uragano Katrina che ha distrutto l'intera New Orleans e anche la sua casa. In questo volume infatti viene mostrato come tutti si stiano impegnando per rimettere in sesto la Louisiana e come i vampiri più potenti non si facciano scrupoli a conquistare un territorio in difficoltà, la cui regina è debole e incapace di gestirlo al meglio.
Viene messo in mostra questa capacità di approfittare del più debole, di far valere la legge del più forte nella comunità vampirica; un qualcosa di affascinante ma al tempo stesso letale.
Consiglio a tutti questa saga, specialmente se si è amanti dei gialli e dei vampiri.


Commenti

Post popolari in questo blog

Energia e vampiri

Jack pazzia e amore: i conflitti di un serial killer.

Cronache del vampirismo: "Sepolture insolite."